permessi parentali

Aggiornamento delle procedure per l’acquisizione delle domande per i permessi ex lege n. 104/92 ed il congedo straordinario per assistenza familiari con disabilità in situazione di gravità, ai sensi dellacircolare n. 38 del 27 febbraio 2017.

Anche nel caso della concessione dei congedi retribuiti di due anni, come nel caso dei permessi lavorativi (art. 33, Legge 104/1992), la condizione essenziale è che il disabile sia stato accertato persona con handicap in situazione di gravità (articolo 3, comma 3 della Legge 104/1992).

[PDF]

COMMENTARI N.1 – I PERMESSI PARENTALI Pag. 3 di 5 PERMESSI NON RETRIBUITI PER LA MALATTIA (NON CRONICA) DEL BAMBINO – LEGGE 151/2001 L’assenza deve essere giustificata da certificato medico che deve avere una

[PDF]

Congedi parentali Sostegno della maternità e della paternità ARTICOLI DI LEGGE MODALITA’ DI ATTUAZIONE CONTROLLI PRENATALI Art. 14 L.151/2001 Sono previsti permessi retribuiti per l’effettuazione di esami prenatali, accertamenti clinici o visite specialistiche, effettuate

Congedo paternità 2019 nascita figlio modulo INPS per richiedere 5 giorni astensione dal lavoro obbligatorio facoltativo per il padre lavoratore dipendente

2. tre giorni di permessi mensili retribuiti, anche frazionabili in ore, da utilizzare anche in maniera continuativa, oltre il terzo anno di età del bambino e fino a diciotto anni di età. I giorni di permesso non utilizzati non possono essere cumulati con quelli del mese successivo.

Sarà possibile effettuare il cumulo, ossia richiedere altri permessi che siano disciplinati da disposizioni normative diverse dal T.U. maternità o paternità come per esempio quelli della Legge 104 del 1992 ossia la Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.

di Laura Bazzan – (Edizione 2018) La principale fonte normativa in tema di permessi lavorativi retribuiti è costituita dalla Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti

Questo congedo (da non confondersi con i permessi giornalieri o i permessi a ore) viene concesso > Tutte le Schede di questo argomento. LE DOMANDE. Congedo per le donne vittime di violenza di genere . Il datore di lavoro può rifiutare la concessione del congedo per le donne vittime di violenza di

Due giorni di congedo dal lavoro obbligatorio per i papà dipendenti. Più altri 2 di congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre, da fare entro e non oltre il 5° mese di vita del bambino.

Permessi per visite prenatali Ho letto che per quanto riguarda le visite e le analisi prenatali si ha diritto, previa certificazione, a permessi orari retribuiti in base al Decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 645.

La fruizione su base oraria è consentita in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero del periodo di paga quadrisettimanale o mensile immediatamente precedente a quello nel corso del quale ha inizio il congedo parentale. È esclusa la cumulabilità della fruizione oraria …

[DOC] · Web view

permessi per assistenza a persone handicappate, previsti dall’art. 33 della legge 5.2.1992 n. 104 e successive modificazioni. per la durata massima di 3 giorni al mese, usufruibili anche a fasce orarie;

I congedi parentali possono essere frazionati su base oraria, tenendo presente che la fruizione del prolungamento del congedo per figli con disabilità è incompatibile con la fruizione dei permessi delle due ore di riposo giornaliero retribuito previste dalla legge 104/1992, fino al terzo anno di età del bambino.

Hanno infine diritto ai permessi lavorativi i lavoratori disabili in possesso del certificato di handicap grave. I permessi spettano anche nel caso in cui i genitori siano adottivi o affidatari, in quest’ultimo caso solo nell’ipotesi di disabili minorenni.

A partire dal 25 giugno 2015 in poi, la madre o il padre del bambino hanno la possibilità di usufruire dei permessi non retribuiti per la malattia del bambino dai 6 ai 12 anni e quello retribuito al 30% dalla nascita fino ai 6 anni anche se genitori adottivi.

– ai congedi di maternità e paternità, ai congedi parentali e per la malattia del figlio – alla tutela di figli e di persone con handicap grave – ai permessi per eventi familiari gravi – alla prevenzione e repressione di comportamenti discriminatori, di molestie e violenza nel luogo di lavoro

Di seguito riassumiamo la legge sui Congedi Parentali. La legge sui congedi parentali stabiliscono innanzitutto chi può usufruire dei permessi, definendo: per “congedo di maternità” si intende l’astensione obbligatoria dal lavoro della lavoratrice;

Permessi Legge 104 e congedi parentali a ore Come appena esposto, i permessi Legge 104 sono fruibili nella modalità oraria pari a 2 ore giornaliere soltanto per i genitori o gli affidatari del disabile minore. Questi permessi sono alternativi al prolungamento del congedo parentale.

Per maggiori dettagli, si veda la pagina sui permessi e congedi per gravi motivi familiari. Lavoratori parasubordinati. Per le lavoratrici e i lavoratori di tipo “parasubordinato” (a progetto, co.co.co., partita Iva), la legge non prevede permessi retribuiti, per i casi come quelli del lutto.

Ecco una guida, strutturata secondo “domande frequenti” in materia di congedi e permessi dal lavoro: assenze in caso di familiare con handicap grave, certificato o non certificato, presenza di altro familiare, frazionamento dei permessi, ammontare dell’indennità, ecc.

La lavoratrice o il lavoratore che fruiscono dei permessi per grave infermità di cui all’articolo 1 o dei congedi per le patologie di cui all’articolo 2, comma 1, lettera d), devono presentare idonea documentazione del medico specialista del servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato o del medico di medicina generale o del

[PDF]

congedi parentali, aveva stabilito che i permessi in oggetto spettassero ai familiari lavoratori, con rapporto di natura pubblica o privata, che assistevano in via esclusiva un parente o un affine entro il terzo grado portatore di handicap, ancorché non convivente, purché lo stesso non fosse ricoverato a tempo pieno in istituti specializzati.

Si tratta in sostanza dei permessi fruiti dal lavoratore con handicap grave per sé stesso, dei permessi fruiti dal lavoratore per l’assistenza del familiare disabile e del prolungamento del congedo parentale fruito dai genitori per l’assistenza del figlio con handicap grave.

Congedi Parentali. I Congedi Parentali sono periodi di astensione facoltativa dal lavoro che consentono ai genitori lavoratori (entrambi) di beneficiarne per l’assistenza e l’educazione dei figli.

[PDF]

Congedi parentali L’applicazione nelle Aziende del settore Conciliazione tra tempi di vita e lavoro. 1 Indice Premessa4 i congedi, i riposi, i permessi e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, in relazione alla maternità e paternità di figli naturali, adottivi e in affidamento.

[PDF]

Congedi parentali – Astensione facoltativa Durata: nei primi 8 anni di vita del bambino un periodo complessivo di 10 mesi, elevabili ad 11, continuativo o frazionato, tra madre (massimo 6 mesi) e padre (massimo 7 mesi).

Quattro giorni di congedo dal lavoro obbligatorio per i papà dipendenti. Più uno di congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre, da fare entro e non oltre il 5° mese di vita del bambino.

[PDF]

√ CONGEDI PARENTALI √ PERMESSI √ ASSEGNI FAMILIARI. 5 Da quando le donne sono uscite dal lavoro domestico hanno avuto il problema di dover conciliare la vita professionale e la vita familiare; questo perché da sem-pre grava sulle loro spalle la responsabilità dei figli, degli anziani, della casa, cioè

Due giorni da dedicare obbligatoriamente al figlio neonato che dal 2018 diventeranno quattro: così la legge di bilancio cambia le regole sul congedo obbligatorio di paternità per i lavoratori

[PDF]

PERMESSI PER L’ASSISTENZA AI FIGLI PORTATORI DI HANDI-CAP I genitori di bambini con certificazione di handicap grave (art. 3 comma 3, legge104/1992) possono fruire anche dei congedi parentali già riconosciuti alla generalità dei lavoratori contando su un trattamento di maggior favore. La norma generale prevede che per ogni bambino, nei

Detti permessi sono fruibili anche in maniera continuativa nell’ambito del mese. 3. Successivamente al raggiungimento della maggiore eta’ del figlio con handicap in situazione di gravita’, la lavoratrice madre o, in alternativa, il lavoratore padre hanno diritto ai permessi di cui all’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

[PDF]

presentata domanda di permessi protocollata dallinps di rifiutare la concessione di questi, se comunicati in tempi ragionevoli. La decorrenza dei permessi, salvo diversa indicazione sulla domanda ha decorrenza dal giorno stesso della presentazione. La legge 104 e del 1992 non e possibile avere un verbale precedente .

Art. 187 Permessi per assistenza al bambino Il datore di lavoro deve consentire alle lavoratrici madri, durante il primo anno di vita del bambino, due periodi di riposo, anche cumulabili, durante la giornata. Il riposo è uno solo quando l’orario giornaliero di lavoro è inferiore a 6 ore.

Il congedo parentale facoltativo, detto anche maternità facoltativa, è un diritto delle lavoratrici diventate madri, anche adottive o in affidamento, è diverso dal congedo di maternità obbligatorio nei tempi e nei modi di fruizione, è fruibile pure dai lavoratori diventati padri e non va confuso con il congedo di paternità obbligatorio e facoltativo.

Una mini-guida sui congedi parentali per il dipendente pubblico: astensione obbligatoria, facoltativa e aspettativa Questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i …

[PDF]

Permessi e congedi parentali L’art.42 del citato T.U. tratta dei permessi ai genitori, ai sensi dell’art. 33, commi 2 e 3 della L.104/92 e del congedo straordinario di 2 anni illustrato con Circolare I.N.P.S N° 64/2001 (2) precisando che il riconoscimento del diritto all’astensione dal lavoro ad un genitore è previsto,

Congedo di maternità e congedo parentale tempi e retribuzione, permessi per malattia bambino, quanto durano e come sono retribuiti, diritto sia alla madre che al padre

la possibilità di usufruire di congedi parentali, i permessi durante l’attesa per sottoporsi a visite mediche e i permessi per allattare dopo la nascita del piccolo. Anche il neopapà lavoratore può usufruire dei permessi parentali e per assistere il bambino malato.

c) progetti che consentano la sostituzione del titolare di impresa o del lavoratore autonomo, che benefici del periodo di astensione obbligatoria o dei congedi parentali, con altro imprenditore o …

Il lavoratore ha diritto ad un permesso di tre giorni lavorativi in caso di lutto dovuto al decesso di un parente entro il secondo grado: scopri i dettagli.

I permessi retribuiti concessi dalla legge n. 104/1992 non si computano ai fini delle ferie e della tredicesima, salvo che essi si cumulino con i congedi parentali ordinari e con i …

[PDF]

MATERNITÀNELRAPPORTODILAVORO N.5­maggio2010 ILSOLE24ORE 37 2. duratadelperiodoodeiperiodidiastensionediduratainferioreosuperiorealmese: a

Pubblico impiego, lavoro dipendente, permessi familiare, madre casalinga . Il D.Lgs. n. 151 del 2001, art. 32 prevede i congedi parentali e dispone che per ogni bambino, nei suoi primi otto

In aggiunta alla maternità obbligatoria è possibile richiedere un ulteriore periodo di astensione di 6 mesi dal lavoro per un massimo di 6 mesi da fruire entro i 12 anni di vita del bambino: come funziona e a chi spetta il “congedo parentale” o maternità facoltativa.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D. Lgs. n. 81/2015, l’attenzione dei commentatori è stata (giustamente) attratta dalla nuova “stretta” sulle collaborazioni coordinate e

Permessi legge 104: si ottengono per disabilità grave Genitori, coniugi, componenti dell’unione civile, conviventi di fatto, parenti o affini entro il secondo grado (o entro il terzo, in alcune circostanze).

Ambito di applicazione dei nuovi congedi parentali. I nuovi congedi interessano soltanto il settore privato, il che vuol dire che non ne possono fruire i dipendenti pubblici. Ciò in quanto la riforma Fornero (legge n. 92/2012), si applica esclusivamente al settore privato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *